Mike Novogratz raccomanda di avere molto meno Bitcoin rispetto all’oro. Ecco perché

Juli 9, 2020 Aus Von admin

Durante la sua ultima apparizione su Fast Money della CNBC, il CEO di Galaxy Digital Mike Novogratz ha raccomandato di destinare una porzione significativamente più piccola del vostro portafoglio alla Bitcoin Revolution che all’oro a causa della sua volatilità:

„La mia sensazione è che il Bitcoin lo supera di gran lunga, ma direi alla gente di avere molto meno Bitcoin rispetto all’oro solo a causa della volatilità“.

Sei ancora in anticipo

Il motivo per cui la Bitcoin continuerà a superare l’oro è che la crittovaluta leader mondiale è ancora molto all’inizio del suo ciclo di adozione.

Novogratz ribadisce che il Bitcoin è ancora difficile da acquistare, il che ne soffoca la crescita del prezzo, ma si stanno creando nuove rampe di accesso per facilitare l’esposizione di diversi tipi di investitori al nuovo asset:

„Ci sono sempre più persone che lavorano per rendere più facile l’acquisto. Fondi in fase di costituzione, custodia in corso. A un certo punto, otterremo un ETF“.

Il mese scorso Novogratz ha detto di preferire il Bitcoin al metallo giallo, ma ora dice che queste sono entrambe le sue partecipazioni principali.

L’oro è ora solo il cinque per cento lontano dal suo massimo storico, dopo aver raggiunto il livello più alto degli ultimi nove anni l’8 luglio, mentre il re del cripto è sceso del 53 per cento. Come riportato dall’U.Today, l’ex gestore del fondo di hedge fund ha previsto un nuovo massimo storico per il Bitcoin nel 2020.

BTC ha sovraperformato l’oro fino ad oggi (finora ha guadagnato rispettivamente il 32,5% e il 19,7%).

La bolla di Tesla

Parlando del mercato azionario statunitense, Novogratz ha ritenuto che fosse nel bel mezzo della formazione di una bolla. Ha nominato il produttore di auto elettriche Tesla come un esempio saliente dei cosiddetti ’stock di storia‘ che sono difficili da valutare razionalmente.

„Ho coraggiosamente cercato di abbreviare Tesla ieri e oggi. Vedremo. Mi sentivo come se il 37% in tre giorni fosse troppo“.

In un podcast con Laura Shin, ha affermato che tali aziende erano i principali concorrenti della Bitcoin.

Molti analisti sostengono che Tesla è una bolla gigantesca che è attesa da tempo per un brutale pop, ma la banca d’investimento e società di servizi finanziari Morgan Stanley vede le sue azioni salire oltre i 2.000 dollari.